Spondilosi cervicale

Questa è una traduzione automatica rafforzata di questo articolo.

Spondilosi cervicale è una forma di reumatismo causata da usura dei dischi intervertebrali, accompagnata da reazioni di riparazione (osteofiti, speroni ossei) nel corpo vertebrale. Alterazioni biochimiche della cartilagine articolare e dei tessuti del disco intervertebrale non sono dovuti solo all’invecchiamento. Nella maggior parte dei casi, spondilosi cervicale si verifica dopo un disturbo comune meccanico innescato da obesità, diminuisce del tono muscolare scheletrico o posizioni viziose durante il lavoro.

Artrosi e spondilosi sono diversi stadi di usura del sistema locomotore dopo malfunzionamenti prolungati nel mantenere articolazioni normali. La comparsa di queste forme degenerative di reumatismi sono insidiose.

Speroni ossei non sono la lesione di base in artrosi e spondilosi cervicale; sono reazioni secondarie in seguito alla degenerazione della cartilagine articolare o disco intervertebrale. Dolore in artrosi e spondilosi cervicale è causato da cartilagine e disco lesioni e solo in rarissimi casi di crescite sperone osseo.

Una volta stabilita la diagnosi di artrosi o spondilosi cervicale, la preoccupazione è quella di bilanciare il tono muscolare normale e la funzione articolare. Bone sperone è un processo di riparazione ossea che si verifica intorno ai dischi o cartilagine.

Reumatismi degenerative e l’invecchiamento del corpo

Anche se i sintomi principali di reumatismi degenerative non sono in pericolo di vita, ma sono tra le malattie che più riguardano la società dell’uomo.

Non vi è identità tra lesioni dei processi di invecchiamento e reumatismi degenerative. L’esame al microscopio delle trame comparativi di cartilagine articolare e dischi intervertebrali negli anziani e gli adulti con osteoartrosi mostrano integrità istologica di questi tessuti negli anziani. Come immediata conseguenza, si verificano riduzioni del tono muscolare, atrofia muscolare e l’osteoporosi.

Gli anziani hanno un fattore di rischio maggiore di sviluppare malattie degenerative reumatiche dovute alla ridotta attività muscolo-articolari, ma anche di cambiamenti inerenti metabolici del corpo. Anche alcuni cambiamenti biochimici che avvengono al loro livello è in diminuzione i prodotti di solfuro, elementi che garantiscono elasticità. L’unico modo per ritardare o arrestare questi processi è di mantenere una normale funzione articolare attraverso il movimento. Smettere di stile di vita sedentario e l’accettazione da parte dei pensionati sono fattori che disturbano il normale funzionamento del sistema muscolo-scheletrico, facilitando il verificarsi di reumatismo degenerativo.

Lesioni anatomiche e articolazioni vertebrali possono essere compensati se i muscoli mantengono la loro integrità e garantire vertebre o le ossa che formano le articolazioni normale trattenuto. Nella pratica medica corrente, spondilosi cervicale e artrosi sono diagnosticati al 30% degli esami generali, senza avere alcun sintomo. Invece, gli esami radiografici rivelano numerosi speroni ossei.

L’obesità è un fattore di aggravamento per i pazienti con spondilosi cervicale da gravare articolazioni e della colonna vertebrale. Questo è stato osservato sia per gli atleti al momento del ritiro e gli anziani sedentari.

In conclusione, spondilosi cervicale e artrite può anche non essere sentito dai pazienti, indipendentemente dal numero di osso speroni ai raggi X rivelato, se si mantiene normale peso corporeo e la funzione del muscolo scheletrico.

cartilagine, cervicale, degenerativa, muscolari, normali, ossa, problemi alla schiena, reumatismi, speroni, spondilosi